venerdì 30 novembre 2007

IL GAS NEL 2008 AUMENTERA' DEL 17% - ZITTI TUTTI

Medvedev, vice-presidente di Gazprom, colosso russo che fornisce buona parte del nostro gas, annuncia lo scorso 28.11 che nel 2008 gli aumenti dei prezzi per l'Europa saranno in doppia cifra, come indicato nel titolo, pari al 17%.

La fonte, oltre ad Excite.it, è l'Agenzia Ansa.
La notizia, quando l'ho sentita, mi ha fatto tremare i polsi ed ha innescato dei meccanismi mentali perversi, visto che con il gas ci si riscalda, si cuoce, si produce.
Penso ai prodotti da forno, tanto per indicarne uno tra quelli più esposti al rischio di forti rincari.
Bene, ricevuta questa lieta novella, vogliamo commentare senza malizia quella del precedente 14 novembre 2007, pubblicata dal Sole 24 Ore con la quale si annunciava che Gazprom sarebbe divenuta per decine di anni la principale partner di Eni, con forniture fino al 2035?
Abbiamo dei dirigenti talmente pisquani che vanno a stipulare contratti di fornitura la mattina e scoprono alla sera che Gazprom ha in animo di aumentare i prezzi del 17%?.
Possibile che non sappiano nulla? Ma l'Eni, non è dello Stato?
Chissa perchè, poi, gli ucraini pagano l'identico gas meno della metà di noi.
Infatti 1000 metri cubi di gas costano a Kiev 100 dollari, mente in Europa 265 (prima degli aumenti programmati), possibile che la differenza sia giustificata solo dall'utilizzo delle infrastrutture per la distribuzione?.
O forse i russi tengono d'occhio anche la capacità di spesa dei propri clienti e di conseguenza 'tarano' i prezzi? Mi sa che anche in questo caso ci chiamiamo Jo Condor.

1 Comment:

Lloyd said...

wow..17% in piu'??!...che splendida notizia!! (naturalmente scherzo)..
100
100
100
100